Search

Quota 101: vini per la biodiversità

L’azienda agricola Quota 101 ha ottenuto la certificazione Biodiversity Friend per la tutela della biodiversità in agricoltura. Prima azienda vitivinicola padovana.

Gestione dell’azienda secondo criteri di sostenibilità e utilizzo di tecniche agricole in grado di rispettare l’ambiente. Sono questi i principi che hanno permesso all’azienda agricola Quota 101 di Torreglia (Padova) di ottenere la certificazione Biodiversity Friend, la certificazione per la tutela della biodiversità in agricoltura patrocinata dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Quota 101 è la prima azienda vitivinicola padovana certificata.
La certificazione Biodiversity Friend è una garanzia per il consumatore che diventa consapevole di acquistare un vino prodotto nel rispetto della sostenibilità, a partire dallo studio dell’ambiente in cui i vigneti crescono e dei metodi in cui vengono coltivati. “Non ci basta fare vino di qualità, per noi è importante essere anche vignaioli consapevoli. – spiega Roberto Gardina titolare di Quota 101 insieme alla figlia Silvia – I numeri della biodiversità non sono rassicuranti: ogni anno scompaiono 35.000 specie, animali e vegetali. Ogni giorno sono 100. Per favorire l’equilibrio in vigna abbiamo posizionato nidi e casette per gli insetti e preservato le zone boschive e quelle della rete idrica agricola”.
L’azienda Quota 101 è stata infatti premiata in particolare per la presenza fondamentale di boschi e siepi attigui ai vigneti e soprattutto per la qualità delle acque, dell’aria e del suolo. “Biodiversity Friend certifica che l’azienda agricola è gestita da persone che hanno a cuore il proprio territorio – spiega Gianfranco Caoduro, tra i fondatori dell’ente certificatore – Un vigneto che fa parte di un mosaico di ambienti diversi, quali olivi e boschi, sarà meno soggetto a trattamenti perché è già ricco ed equilibrato. Un vino certificato come biodiverso è sinonimo di qualità per il cliente”.
Per altre informazioni: www.quota101.com





Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *