Search

I vini romagnoli incontrano la grande arte a Bologna e a Mantova

Il vino è un’opera d’arte al pari di quadri, sculture e altre opere d’ingegno, perché richiede creatività, studio e capacità di estrarre l’anima migliore dalle materie prime a disposizione. Ne è convinta Tenuta Diavoletto di Bertinoro, che nei prossimi giorni legherà le proprie etichette a due importanti appuntamenti espositivi in programma nelle città di Bologna e Mantova.

Venerdì 23 gennaio l’azienda vitivinicola romagnola sarà ospite sotto le due torri in occasione della giornata di apertura di “Art City Bologna”, che sotto l’egida del Comune e di Bologna Fiere proporrà durante l’atteso week-end di Arte Fiera originali esplorazioni in gallerie, atelier e altri luoghi culturali, dando vita a un museo diffuso capace di coinvolgere l’intero contesto urbano. All’interno degli spazi dell’AtelierSì, in via San Vitale 69, venerdì sera, alle ore 18, il sangiovese e l’albana di Bertinoro bagneranno l’inaugurazione dell’allestimento realizzato dall’eclettico artista milanese Luca Bertolo in collaborazione con gli alunni della scuola elementare Guido Reni. Arte visiva e vino di Romagna dialogheranno tra loro grazie alla presenza del giovane titolare di Tenuta Diavoletto Maximilian Girardi, che racconterà le peculiarità della produzione enologica di Bertinoro e il progetto della sua cantina premiata all’ultima edizione del Merano Wine Festival. I vini romagnoli saranno proposti anche nelle due serate successive in occasione della presentazione degli altri allestimenti artistici

Il connubio tra arte e i vini di Tenuta Diavoletto si rinnoverà due settimane più tardi a Mantova, dove presso le Fruttiere di Palazzo Te è in corso la mostra “Mirò. L’impulso creativo” con oltre cinquanta opere del grande artista catalano. Partendo dall’opera “La bottiglia di vino” dipinta nel 1924 dal pittore surrealista e dall’omonima opera realizzata l’anno successivo da Pablo Picasso, venerdì 6 febbraio al Caffè 56 di corso Garibaldi le etichette “Primipassi”, “A.Mare”, “Cinquecento” e “Note blu” di Tenuta Diavoletto saranno messe a confronto tra loro durante una serata molto speciale in cui i partecipanti saranno chiamati a ritrovare le diverse caratteristiche dei vini nelle opere dei due grandi artisti.





Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *